0 3 minuti 7 anni

Esce oggi il videoclip di Tre degli Ero, band carpigiana che il Corriere della Sera ha definito “un buon esempio di rock giovane e coraggioso” grazie all’ottimo album di debutto Fermoimmagine.
I componenti degli Ero arrivano da collaborazioni importanti: il frontman Simone Magnani cantava nei Coldturkey, registrato con Paolo Benvegnu. Enrico Pasini (tromba e piano) ha collaborato e tuttora collabora con Beatrice Antolini, Mariposa, Giancarlo Frigeri, Padre Gutièrrez e P.O.T. Annovera un live all’Arena di Verona con Antonello Venditti. Il batterista Mattia Crepaldi ha suonato, tra gli altri, con i Dull, Angus Mc Og e Tange’s Time.
“Tre” è il terzo singolo degli Ero, dopo i brani “Tina” e “X” tratti da Fermoimmagine ed usciti esclusivamente in rotazione radiofonica. Con “Tre” la band anticipa quello che sarà il secondo lavoro, la cui pubblicazione è prevista per maggio.
“Tre” è anche un brano che affronta il tema del triangolo amoroso dal punto di vista dell'”Altro”, il cosiddetto terzo incomodo. Un punto di vista cinico e affatto struggente:
“la canzone parla di una Lei che sta con un Lui perche non puo’ avere l’Altro.” – spiega Simone Magnani, autore del brano – “E di questo Altro che vede Lei solo come ‘l’effetto di un incontro’ veloce e di poco conto. Mentre il Lui ne soffre poiché vede Lei lontana e pensierosa”
Del resto, il tema del vivere il tempo presente del vivere e godere di singoli attimi di qualità, è un punto fermo nella poetica di Fermoimmagine: “Il titolo Fermoimmagine è un inno al fermarsi, al prendersi pause per poter assaporare momenti positivi e negativi “fotografando” le sensazioni che questi momenti ci procurano nell’arco del nostro quotidianoper poterli poi richiamare ogniqualvolta se ne senta la necessità senza lasciarli inesorabilmente fuggire.”


Il videoclip di Tre è stato girato dal regista Pietro Marvulli, nel modenese con scene in esterno, nel centro storico di Soliera, inframmezzate dal live della band, ripreso presso lo Stones di Vignola.