Nico Maraja: “Imenotteri e Cosmi” è il titolo del nuovo album

Partire da canzoni storiche e immaginarne una evoluzione. Come sarebbero certi brani oggi, alla luce di una nuova sensibilità e di un punto di vista che, negli anni, è necessariamente cambiato?

E’ il gioco alla base di “Imenotteri e Cosmi”, il terzo album di Nico Maraja, musicista, cantautore e scrittore. Dieci inediti che prendono spunto da alcuni capisaldi della tradizione cantautorale italiana per poi essere ricostruiti e reinterpretati. Cosa che l’artista lecchese di origine e romano di adozione, fa con un tratto unico e distintivo, attraverso le sue tipiche atmosfere oniriche e rarefatte.

Uno scherzo infantile e irriverente spiega l’autoreche vuole però diventare un cambio di prospettiva, un provare a vivere e sentire le cose (o le canzoni) a proprio modo”.

Così, ad esempio, “Io che amo mille cose” ribalta il concetto del brano di Sergio Endrigo (Io che amo solo te); l’ “Acquarello” di Toquinho diventa un quadro “Ad olio”, non più spensierato, ma tormentato e fragile; “Imenotteri e Cosmi” insegue “Il mondo” di Jimmy Fontana” e “In un dipinto blu” il sogno di Modugno acquista colori più terreni per assomigliare a “La passeggiata” di Marc Chagall.

Dieci brani inediti per un album che vuole essere delicatamente provocatorio fin da titolo: Imenotteri e Cosmi, un dialogo tra esseri piccoli come insetti e realtà grandi come cosmi, che entra nelle pieghe più profonde dell’animo umano. Il tutto vestito di sonorità talvolta sperimentali con un gusto vintage e low fi.

Nico Maraja è uscito da poco con il suo secondo libro (Dell’amore e altre forature – Edizione Ediciclo) e scrive colonne sonore per spettacoli teatrali.

“Imenotteri e cosmi” è disponibile da oggi su tutte le piattaforme di streaming e negli store digitali e, dal 10 dicembre, in vinile.

 

“Priscilla”, il videoclip ufficiale

 

 

CREDITI

Testi e Musiche di Nico Maraja

 

Nico Maraja – Voce, Pianoforte, Cori, Korg Stage Vintage, Novation Mininova, Farfisa Synthorchestra, Korg M1, Chitarra Danelectro, campioni, arrangiamenti

Fabrizio Rota – Batteria

Simone Massimi – Basso elettrico, Contrabbasso elettrico

Pier Panzeri – Chitarre

Alessio Baldi – Chitarre, arrangiamenti

Antonino Vitali – Tromba, Flicorno, Trombone, arrangiamenti fiati

Simone Moscato – Cori

Marco Fumarola – Cori

Serena Vitaliano – Cori, voce in “Imenotteri e Cosmi”

 

Registrato presso 

“Casa Noteum Studio”, Foggia

“Da Vinci Studio”, Roma

 

Mix “Riccardo Gioggi Studio”, Ciampino

 

Master realizzato da Fabrizio De Carolis, “Reference Studio”

 

Grafiche Giulia Maccacaro e Attilio “Tiglio” Esposito

 

Fotografie Viviana Berardi

 

Regia Videoclip Mattia Montesano

 

Nico Maraja Musicista e cantautore di Lecco, vive a Roma. Ha pubblicato tre album di canzoni inedite, due di colonne sonore di spettacoli teatrali e due libri. Nell’estate del 2017 ha compiuto un tour artistico musicale in bicicletta raccontato in un cortometraggio realizzato da Valerio Perini (intitolato ‘Nico & le cicloavventure’) e in un libro pubblicato da Teka Edizioni.

La sua carriera inizia nel 2007, quando partecipa come autore e arrangiatore al progetto “Il Circo delle Quinte” che propone una narrazione sonora sulla proiezione del film “La strada” di Fellini. Lo spettacolo viene presentato live il 27 aprile 2008 ad Amman, in Giordania, all’Ambasciata Italiana alla presenza della Famiglia Reale.

Nel giugno 2010 si classifica terzo al Festival degli Autori di Sanremo (sez. Emergenti) con la canzone “Il Ratto (ritratto)” .

Nel 2011 vince il “Premio Teatro Canzone” al Festival Musica Controcorrente con la canzone “Diana” ed è finalista al Festival di Solarolo, a Botteghe d’autore e al Premio Stefano Rosso.

Nell’agosto 2014 partecipa ad “Una voce per il mediterraneo” promosso da Red Ronnie e Franco Battiato, mentre a settembre apre lo show di Enzo Gragnaniello.

Il 21 dicembre 2012 pubblica il primo album, “Diana” (Edizioni Universitas), che propone un viaggio immaginario fra le emozioni dell’uomo ed è premiato a dicembre 2014 con una “Targa D’Autore Controcorrente”.

Nel febbraio 2014 esce invece il singolo “Tu non mi basti mai”, un omaggio a Lucio Dalla pensato e realizzato insieme a Davide Mottola, e seguito poi da “Anna e Marco”.

A marzo 2015 Sony e Eataly inseriscono “Il Ratto” nella compilation Eataly Live Project, mentre a novembre “Il gioco dell’assenza” viene inserita nella compilation “Non esiste solo De Gregori”.

A giugno 2015 è finalista al Premio “Squarciare i silenzi”. Nel 2016 riceve il riconoscimento “personalità artistica” al premio Premio Poggio Bustone e la menzione per il miglior testo al Premio Daolio. Nello stesso anno gli viene conferito un premio nell’ambito di “Roma Videoclip” per il suo “Leopardi (Luna blu)”, per la regia di Marco Mari. Nel 2017, sempre nell’ambito della stessa manifestazione, riceve il riconoscimento “Special award anteprima” cinema musica sport per la clip tratta dal cortometraggio “Nico e le cicloavventure” di Valerio Perini.

Nell’estate 2021 riceve, come cantautore, il Premio Lusenstock, nell’ambito dell’omonimo festival organizzato da Alberto Fortis ad Alpe Lusentina (Domodossola).

 

Copy Protected by Tech Tips's CopyProtect Wordpress Blogs.