La musica è indipendente

MIE on line

Musica Italiana Emergente

Dall’Abruzzo ecco Nanco. L’intervista di Salvatore Imperio su MIE.

Please follow and like us:
Salvatore Imperio
di Salvatore Imperio

Uno dei cantautori che arriva dall’Abruzzo e che di certo lascerà il segno è Nanco.
Nanco, all’anagrafe Nino Di Crescenzo, ha collezionato tanti riconoscimenti e con la sua “Ti invito in Abruzzo” è riuscito a scrivere una delle più belle canzoni degli ultimi anni.

Dai digital store emerge il suo album del 2016 “Acerrimo”, autoprodotto dallo stesso Nanco arrivando sulle testate nazionali di settore e la candidatura alla prestigiosa “Targa Tenco” come opera prima,arrivando fra i finalisti nell’ottobre 2016.

Nel 2017 arriva “Ti invito in Abruzzo” che lo porta alla finale della XVI edizione del Premio De André.

 

 


L’intervista a Nanco.

Ciao Nino, è davvero un onore e un piacere poterti intervistare. Dalla tua biografia possiamo accorgerci che sei uno che non si è mai fermato dopo una parentesi di silenzio molto lunga.
Cosa ti spinge a scrivere canzoni?

Il piacere è mio,in ogni caso. Cosa ti spinge a scrivere canzoni? In realtà è una necessità,qualcosa che senti nel profondo e che viene amplificata da quello che vivi al momento.

 

“Acerrimo” è l’album che hai pubblicato nel 2016 e poi i singoli “Ti invito in Abruzzo” nel 2017 e il featuring con Giorgio Ciccarelli con “Dentro” nel 2019. Qual è il filo conduttore che lega questi brani alla tua vita artistica?

“Acerrimo” è in sostanza il ricordo della mia vita,vissuta fin là. “Ti invito in Abruzzo” il racconto della mia terra martoriata in quel momento e negli anni addietro. 

Il featuring con Giorgio Ciccarelli segue una linea incredibile,come se il destino certe volte volesse dare dei segni.

Ho cominciato la carriera con una tribute band degli Afterhours e fra le mie prime esibizioni c’è l’aver condiviso con loro il palco. Adesso la collaborazione con uno dei suoi membri storici, magari un giorno duetterò con Agnelli (ride).

 

In “Acerrimo” ho notato la tua anima rock e cantautorale. Pensi che ci sia ancora spazio per anime come te, in un panorama della musica che ha perso l’orientamento?

Lo spero piuttosto anche se la direzione della musica in Italia non è quella. Sento voci tutte uguali con l’autotune, basi musicali speculari col computer, quello che non sento è l’anima inesistente,salvo alcuni.

“Ti invito in Abruzzo” è una di quelle canzoni che ti rimane dentro e ti accompagna in molti istanti della vita. Questo è almeno quello che è successo a me da ascoltatore. Ricordi come nacque questa canzone? 

Questa canzone è nata dopo due mesi dalla tragedia di Rigopiano,davanti al camino di casa mia, a 30 km dall’evento catastrofico.

Leggevo di questo prete,che invitava la gente ad andare a sciare sulle Dolomiti,piuttosto che da noi, perchè tra terremoti e neve la mia era una regione pericolosa, da lasciare a se stessa..

La risposta è stata immediata “Ti invito in Abruzzo,ti invito lo stesso…”

 

Dopo un periodo di “silenzio” sei tornato con “Dentro”, il singolo che da quello che avevi tirato fuori fino ad allora esce fuori dai tuoi canoni. Come è nata la collaborazione e che riscontro hai ricevuto da quelli che ti seguono?

Il brano è piaciuto molto e non era per nulla scontato visti i miei canoni precedenti, canoni che di certo proporrò nuovamente.

La “feat” con Giorgio Ciccarelli mi gratifica. È una persona che ammiro oltre il lato artistico.

Non è detto che stavolta non lo porti io nel mio mondo: Ci sto pensando seriamente,magari accetta (ride).

 

 

 

In un mondo della musica ridotta al mero commercio, che sensazioni hai tu che ti rivolgi con il tuo cantautorato verso un pubblico che vedendo la grandissima mole di proposta musicale si trova confuso e disorientato?

So che è doppiamente più difficile, oggi, per un cantautore emergere visti gli spazi ristretti.

Nascessero oggi, Battisti, De Andrè eccetera eccetera, non so quanto spazio o credibilità gli darebbero.

Ma io non mollo, non mi appartiene la resa, son fatto così: fatto male, ma vero, quello è certo!!

 

Grazie Nanco per le tue risposte e ti faccio un grande in bocca al lupo.

Grazie a te e W il lupo,abruzzese come me.


Nanco su Spotify

 

Please follow and like us:
Copy Protected by Tech Tips's CopyProtect Wordpress Blogs.
RSS
Follow by Email