José Andrés Tarifa Pardo: "Tarantella de' briganti" è il nuovo singolo. L'intervista su MIE. | Musica Italiana Emergente

Musica Italiana Emergente

Sito d'informazione dedicato al mondo della musica italiana emergente ed indipendente

José Andrés Tarifa Pardo: “Tarantella de’ briganti” è il nuovo singolo. L’intervista su MIE.

Grazie per la tua condivisione!!!

di Salvatore Imperio

José Andrés Tarifa Pardo, nasce a Viadana (Mantova) il 30 luglio 1991.  

Cresciuto ascoltando la musica dei grandi cantautori italiani (da Buscaglione a Gaber, da Bennato a Capossela), comincia ad avvicinarsi a questo mondo grazie alle feste di paese e dai musical parrocchiali.  

L’incontro con il Maestro Filippo Lui rappresenta una svolta nella carriera di José Andrés, tra i due artisti nasce una solida e una proficua collaborazione che fa del cantautore uno dei componenti di spicco della Crystal World Academy.  

 

Il teatro è grande fonte di espressione artistica per José Andrés, entrando nell’organico dell’associazione Il Vecchio Borgo e diventando socio della Cooperativa Teatrale Teatro Magro. 

“Tarantella de’ briganti” è il nuovo singolo accompagnato dal videoclip tratto dal suo nuovo album intitolato “Melting Pot”.

 

Tarantella de’ briganti, il videoclip ufficiale

 

 

L’intervista a José Andrés Tarifa Pardo


Ciao Andrés e benvenuto su Musica Italiana Emergente. La tua vita tra musica e teatro. Come sei arrivato a dedicarti completamente a questi due mondi?

A quattordici anni ho cominciato queste due avventure, iscrivendomi a corsi di teatro di canto e partecipando ai corsi di teatro presso la mia scuola.

A diciott’anni , mi sono iscritto alla SIAE come autore e ho cominciato a registrare delle mie canzoni presentandole in vari concorsi nazionali.

 

Tanto nella musica quanto nel teatro quali sono i fattori per fare un lavoro eccellente?

Aver l’esigenza di dire qualcosa attraverso l’opera d’arte; non pensare solo ad arrivare in cima ma pensare al messaggio che si vuole lasciare.

 

Il tuo nuovo album si intitola “Melting pot”. Come nasce e cosa troveremo ascoltandolo?

Il progetto “Melting Pot”, nasce dall’esigenza di rispondere a tutte quelle persone che continuavano a chiedermi ” si ma che tipo di genere fai?”

Ho risposto con questo album, che racchiude sette generi musicali diversi, che rappresenta la mia crescita musicale.

Ogni canzone ha diversi temi, parlo di politica,di ambiente, di duelli; tanti sono gli omaggi che ho voluto fare, Sergio Leone e Ennio Morricone, Paolo Conte e il pianista mantovano Stefano Gueresi.

“Melting Pot” è un continuo di un mio progetto nato nel 2015 dal titolo  “La Sagra del buio” che rappresenta  l’allegoria dell’inferno dantesco; con “Melting Pot” si arriva al Purgatorio con i problemi , le gioie , i dolore dell’essere umano.

 

“Melting Pot” su Spotify

  

 

Se dovessi scegliere tre canzoni che ti rappresentano di più da far ascoltare a chi non ti conosce, cosa faresti ascoltare?

È una domanda difficile, perché ogni giorno cambio  il mio gusto e le mie idee e di conseguenza cambia  anche la canzone che più mi rappresenta.

L’io che ha scritto i testi delle canzoni nel 2018 è diverso dall’Io che ha già pubblicato e sta già pensando a nuove canzoni.

Però scegliendo in questo momento posso rispondere  che mi rappresentano ,soprattutto dal vivo, “Girotonto”, “Un conte al piano” e “Tarantella de’ briganti”.

 

“Tarantella de’ briganti” è il singolo accompagnato dal videoclip. Quanto c’è della tua vita vissuta in questa canzone?

Amo la storia, il passato, il presente amo la cronaca.

Ci dimentichiamo sempre di quello che sta succedendo vicino a noi o in casa nostra.

C’è tanto del mio pensiero sociale e di lotta per vedere un paese e una società libera da disuguaglianza, prepotenza, ingiustizie.

Un’utopia:  vivere in pace con tutti.

 

Quali sono le caratteristiche su cui ti sei focalizzato per la realizzazione di “Melting Pot”?

La caratteristica più importante di “Melting Pot” è che non mi volevo identificare in un unico stile ma spaziare in vari generi musicale.

 

Ultima domanda: Quali saranno i tuoi prossimi passi e a cosa stai lavorando adesso?

Sto lavorando a delle nuove canzoni , ad un nuovo progetto.

Saranno collaborazioni con vari artisti da tutta Italia, musicisti che ho conosciuto in giro e con cui ho stretto un rapporto d’amicizia.

Sicuramente da Settembre riprenderò la ricerca di nuovi live pur sapendo la difficoltà con le normative.

Rate this post

Grazie per la tua condivisione!!!

Copy Protected by Tech Tips's CopyProtect Wordpress Blogs.