MIE on line

Musica Italiana Emergente

Nuovo album ed esordio da solista per Andrea Sella, in arte InO. L’intervista su MIE

Grazie per la tua condivisione!!!

Salvatore Imperio
di Salvatore Imperio

Andrea Sella, in arte InO, pubblica “Casa Anastasia”, nuovo album ed esordio da solista, completamente autoprodotto. Un disco da cantautore, con una costruzione delle canzoni “vecchio stampo”. L’album rappresenta un nuovo capitolo nella vita artistica del cantautore vicentino che prende il largo dalla realtà di band in cui ha vissuto dal 1998.

 

 

Precario di secondo nome, il videoclip ufficiale

 

 

 

L’intervista a InO

Benvenuto Andrea. “Casa Anastasia” è un nuovo capitolo della tua vita artistica. Cosa rappresenta per te?

Un auto-regalo e una sfida personale. Volevo realizzare un buon album di canzoni in italiano e credo (spero) di esserci riuscito.

 

Un album estremamente cantautorale con un pizzico di indie (se mi passi il termine). Quali sono i temi che tratti in questo album?

Ti passo il termine se intendiamo l’indipendenza con la quale ho realizzato l’album perché per il resto non mi ci ritrovo nell’ambito “indie” italiano. 

Provo a cantare i sentimenti e le emozioni belle e brutte.

 

Delle otto canzoni che hai raccolto nell’album, quale faresti ascoltare per presentare il tuo stile e la tua visione di musica?

“Ma non vuoi” la più “Punk” di tutte. Spero di fare presto un dischettino “Punk-rock”.

 

Precario di secondo nome. Abbiamo più o meno la stessa età e molto probabilmente abbiamo vissuto le stesse esperienze precarie. Immagino che questa sia una canzone nata dalla tua esperienza personale?

La canzone parla di tutte le nostre precarietà e del fatto che non vogliamo farcene una ragione convinti di essere invincibili. 

Poi sì c’è anche l’ambito lavorativo. 

 

Dall’inizio della tua vita da musicista, era il 1998, tante sono le band in cui hai suonato. Quali sono state le più prolifiche per la tua preparazione ed esperienza?

Tutte dalla prima all’ultima senza distinzione, ho imparato da tutti coloro con cui ho suonato specialmente per la stima che nutro nei loro confronti.

 

L’album su Spotify

  

Quali sono le cause dei cambi di band in band?

Solo perché le band hanno cessato di esistere praticamente.

 

Dal 1998 ad oggi la musica è completamente cambiata ed anche il modo di presentarla. Quali sono i pro e i contro di questa nuova era della musica?

In generale siamo nell’era dell’ “indie”gestione musicale, ci sono vagonate di proposte ogni santo giorno ed è impossibile ascoltare tutto. Però dentro a questo tutto magari ci sono delle grandi canzoni che nessuno ascolterà mai ed è un peccato.

 

Con il web tutti possono pubblicare canzoni. Pensi che questo sia un fattore negativo per chi lo fa per professione?

No, il fattore negativo per chi fa della musica la propria professione è l’Italia e basta.

 

Ultima domanda: Quali sono i tuoi progetti futuri?

Provare a scrivere canzoni migliori e suonare tanto dal vivo.

 

Grazie per la tua condivisione!!!

Copy Protected by Tech Tips's CopyProtect Wordpress Blogs.
shares