0 3 minuti 4 anni

Un piccolo manuale per combattere guerre inutili.

Dopo quasi un anno dall’uscita del loro primo album “Merda d’Artista”, la band teatina Vie delle Indecisioni ritorna sulla scena musicale indie-pop con “Batracomiomachia”.

Il titolo non vi è nuovo, vero? L’ispirazione arriva dall’omonimo poemetto di Omero che descrive con ironia la battaglia tra rane e topi. Questo concept-album ci prende per mano e ci porta nella quotidianità dei protagonisti delle sue canzoni. Ci mostra, proprio come il Poeta greco, le guerre inutili che sono costretti a combattere. Guerre, che almeno una volta nella vita abbiamo affrontato tutti. Il trucco per uscirne indenni? Pura ironia! Ed è proprio questo l’elemento portante dell’intero album.

La title-track scritta da Paride Paci, il frontman della band, in collaborazione con Mattia Stirpe de Le Strade del Mediterraneo e Mattia de Iure de I Giorni dell’Assenzio, ci presenta l’album nel migliore dei modi, a suon di ska ad opera del bassista Marco Ranellucci.

Un motivetto fresco e leggero, “Auf Wiedersehen”, ci parla di una storia d’amore finita.

Memorie“ è il desiderio di voler dimenticare gli errori e i ricordi negativi che ci portiamo dentro.

Il ritmo travolgente de “La Democrazia Nelle Mie Mutande” farebbe battere il piede a tempo anche a chi senso del ritmo non ne ha. Le influenze del cantautorato e del panorama indie italiano sono ben evidenti nelle dieci tracce, o se vogliamo restare in tema, nelle dieci novelle.

Probabilmente avrete sentito in qualche canzone un motivetto de Lo Stato Sociale, qualche schitarrata alla Zen Circus e qualche ballata alla Tre Allegri Ragazzi Morti. Questa band giovane in attività dal 2014, infatti, lasciato il porto sicuro delle cover della grande musica d’autore, inizia a navigare in mare aperto, scontrandosi con gli artisti che più hanno influenzato questo genere musicale, l’indie. E che dire, il risultato è del tutto sorprendente.

L’uscita dell’album/poema, il 20 Novembre 2017, è stata subito seguita da “Percombattereguerreinutili”, un lungo tour ancora in atto partito dall’AmenabarCafè di Vasto (CH) l’11 Novembre.

Combattiamo le nostre battaglie quotidiane scegliendo almeno una buona colonna sonora.